031lo scavo.jpg
Italian Arabic English French German Greek Portuguese Spanish
Home / Carlo Vittadini

 

CARLO VITTADINI

Carlo Vittadini (1800-1865), autore della mirabile Monographia Tuberacearum (1831) e precursore Carlo Vittadinidella moderna Idnologia, operò presso l'Università di Pavia e percorse ampiamente e assiduamente i territori limitrofi, specialmente quelli dell'Oltrepo Pavese, dove raccolse la maggior parte dei funghi ipogei da lui stesso per la prima volta determinati.

Il Vittadini imparò i luoghi e i tradizionali metodi di ricerca e raccolta affiancandosi alla gente della zona che vanno dalla bassa pianura pavese (per esempio, comune di Lungavilla) fino alle zone dell'alto Appennino Pavese.

Andrea Daprati, biologo, è un esperto tartufaio, fondatore dell'Associazione Ricercatori Tartufi Oltrepo pavese (ARTOP), è stato presidente dell'Unione Regionale delle Associazioni dei Tartufai lombardi (URAT) e membro del consiglio direttivo della Federazione Nazionale delle Associazioni dei Tartufai (FNATI). Autore di numerose pubblicazioni sui tartufi, in particolare è coautore del libro "Tartufi – Guida alla ricerca ed al riconoscimento". Inoltre, è membro del Collegio di Esperti della Regione Lombardia e fa parte di alcune commissioni provinciali lombarde per il rilascio dell'idoneità alla raccolta dei tartufi. Spesso ha avuto modo di condividere la sua ampia conoscenza nel settore, frutto di anni di studio e di ricerca sul campo, anche attraverso l'attività di relatore in diversi corsi propedeutici.

Il dott. Andrea Daprati ha donato il suo erbario di funghi ipogei all'Università degli Studi di Pavia, affinché venga collocato presso l'Herbarium Ticinensis del Dipartimento di Ecologia del Territorio.

Il materiale gentilmente donato all'Università di Pavia risulta essere ancora più prezioso se si considera che di quello originale del Vittadini non è rimasto nulla La maggior parte degli exsiccata appartengono al genere Tuber (115 su 143), con specie più o meno pregiate. Tra di esse, si segnala la presenza di 8 esemplari dell'olotipo di Tuber magnatum Pico var. vittadinii Daprati. Questo fungo fino a poco tempo fa era considerato semplicemente una forma, denominata "ghiacciolo", del tartufo bianco. Lo studio che ha portato a questa revisione tassonomica è oggetto di una recente pubblicazione sulla "Rivista di Micologia" (AMB – TN): Andrea Daprati, 2007. Il "ghiacciolo" di Vittadini, una nuova varietà di Tuber magnatum. RdM, anno L (1): 37-42.